Richiesta nuovo contatore gas. Qual è la procedura?

Scopri tutte le procedure passo dopo per effettuare la richiesta di un nuovo contatore gas. Entra nel sito.

Stipulare un contratto per la fornitura di gas prevede una prassi da seguire: la richiesta del contatore gas implica, infatti, alcune procedure specifiche. Ecco tutto quello che devi sapere per agire in modo corretto.
 

Come richiedere un contatore gas?
 

Chi deve installare un nuovo contatore del gas ha due alternative:

 

  • rivolgersi al fornitore e attivare il contatore con l’offerta più competitiva di mercato;

  • rivolgersi alla società di distribuzione della zona, che si occupa di installare il contatore senza però attivarlo. Dopo aver effettuato l’allaccio e l’installazione, il distributore comunica il codice PDR, che è indispensabile al fornitore per procedere con l’attivazione finale dell’utenza.

 

Richiesta contatore gas: la documentazione da produrre
 

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha definito una procedura per l’allacciamento e le attivazioni degli impianti a gas per garantirne l’efficienza e la sicurezza.

 

Insieme al preventivo, il cliente riceverà l’allegato F/40 in cui si riporta la procedura atta a garantire la realizzazione dell’impianto nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza. Solo dopo aver concluso i lavori di allacciamento, sarà recapitata al cliente la documentazione tecnica, che comprende:

  • allegato G/40 - Procedura con le indicazioni da seguire per ottenere l’attivazione;

  • allegato H/40 - Conferma della richiesta di attivazione della fornitura di gas. Questo modulo raccoglie i dati necessari ad individuare l’impianto da attivare e garantisce che il cliente non lo userà fino a quando non avrà ottenuto la dichiarazione di conformità dell’installatore;

  • allegato I/40 - Attestazione di corretta esecuzione dell'impianto che raccoglie tutti gli allegati tecnici realizzati dall’installatore, con le specifiche del caso.

 

Allacciamento del gas: quali sono le 5 fasi da seguire?

 

  1. Dopo l'installazione del contatore gas, è necessario inviare la domanda per l'attivazione della fornitura. La richiesta prevede una procedura da eseguire solo dopo che l'impianto del gas nella tua casa è stato ultimato, perché è necessario allegare dei moduli, che devono essere compilati proprio dall’installatore.

  2. Una volta che la società di distribuzione verifica i documenti inviati, manda il tecnico che attiva l'utenza solo dopo aver verificato in prima persona l’impianto.

  3. Dopo l’invio della richiesta e il sopralluogo del tecnico del distributore, si passa alla richiesta di preventivo. Il distributore deve inviare al cliente il preventivo entro 15 giorni, in caso di interventi limitati, o entro 30 giorni in caso di lavori più complessi. Sul preventivo viene poi inserito il codice per rintracciare la richiesta e tutti i costi dovuti, in modo che non vengano addebitate in un secondo momento spese estranee al preventivo iniziale.

  4. Per iniziare l’intervento di allacciamento e installazione del contatore a gas elettronico oppure a sensori, è necessario che il cliente accetti il preventivo.

  5. A preventivo accettato, i lavori per l’allacciamento e l’installazione del contatore a gas devono avvenire entro 10 giorni lavorativi, in caso di lavori semplici, o entro 60 giorni lavorativi in caso di lavori più complessi.