Come consumare meno con la caldaia a condensazione

Una caldaia a condensazione ci fa consumare meno rispetto ad una caldaia tradizionale.
Questo dipende dalla tecnologia che permette di recuperare parte del calore contenuto fumi di scarto.
La diretta conseguenza è che serve meno gas a riscaldare un ambiente residenziale o commerciale. Il risparmio si aggira tra il 15% e il 30% del consumo di gas, a seconda che vengano utilizzati impianti di riscaldamento a pavimento o comuni termosifoni.
Se si sta progettando la costruzione o la ristrutturazione di un appartamento, quindi, la scelta migliore dal punto di vista dei consumi sarà installare una caldaia a condensazione e scegliere un impianto a pavimento.
Ovviamente per calcolare quanto consuma una caldaia a condensazione ogni ora è necessario tenere conto di molte variabili, a cominciare dalla grandezza dello spazio che occorre riscaldare e dalla temperatura che si intende raggiungere. Inoltre, se l'ambiente è mal coibentato e il calore si disperde nell'atmosfera attraverso muri, tetto o finestre, i consumi aumenteranno sicuramente.
Va inoltre considerato che le caldaie a camera stagna e a camera aperta sono considerate obsolete, quindi, è possibile usufruire dei finanziamenti statali per sostituirle scegliendo una caldaia a condensazione.

 

 

Come utilizzare al meglio la caldaia a condensazione

Per quanto la caldaia a condensazione ci aiuti moltissimo a ridurre i consumi, ci sono comunque molti accorgimenti che possiamo attuare per risparmiare.

 

Le buone abitudini da assumere in tal senso sono:

 

  • dotare l'impianto di valvole termostatiche con cui è possibile regolare la temperatura dei singoli termosifoni della casa;
  • non superare i 20° di giorno e i 16° di notte;
  • diminuire di un grado la temperatura dei termosifoni che si trovano nelle aree di passaggio come disimpegni e corridoi;
  • eseguire la manutenzione dell'impianto e della caldaia in modo che siano sempre al massimo della loro efficienza;
  • evitare la dispersione di calore procedendo a un corretto isolamento dell'abitazione, anche acquistando infissi nuovi ed eseguendo una coibentazione che migliori la classe energetica dell'edificio;
  • tenere spenta la caldaia con la casa vuota ed evitare di aprire le finestre con i termosifoni accesi;
  • se si utilizza un impianto a pavimento è fondamentale non utilizzare molti tappeti, che ostacolano la corretta distribuzione del calore generato dall'impianto;
  • se si utilizza un impianto con termosifoni non coprire i termosifoni con tendaggi, mobili o altri oggetti che rallentino la distribuzione del calore.