Codice pdr contatore gas: come trovarlo e come utilizzarlo

Scopri come trovare e utilizzare il codice pdr per accelerare le pratiche relative al gas.

Il significato di pdr è punto di riconsegna ed è molto utile per rendere più rapide le operazioni connesse alla fornitura del gas. Per questo motivo è importante saperlo trovare e usare nel modo corretto. Nello specifico, questo codice identifica l’utenza del gas e viene richiesto dal fornitore per effettuare qualsiasi tipo di operazione sulla fornitura o sul contatore.

Codice pdr gas: dove trovarlo

Il codice pdr è univoco e corrisponde alla posizione fisica del contatore del gas. Non viene autodeterminato, ma è assegnato dal distributore nel momento in cui avviene l’allacciamento e la posa del contatore. È composto da 14 cifre: 4 cifre corrispondono al codice dell'impresa di distribuzione stabilito dall'Autorità e le altre 10 cifre al codice numerico relativo all'utente.

Si può trovare in 3 modi:

  • puoi rintracciarlo direttamente sulla bolletta;
  • può essere presente su un talloncino posizionato sul contatore stesso;
  • puoi anche anche rivolgerti direttamente al distributore di zona.

A che cosa serve il codice pdr gas 

Il pdr identifica il contatore gas e viene usato per più scopi:

  • contrattualizzarsi;
  • richiedere servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria sul contatore;
  • richiedere bonus sociale se se ne ha diritto.

In genere viene associato ad alcuni dati, tra cui l'indirizzo dell'abitazione, la lettura del contatore, ma anche i dati anagrafici della persona a cui è intestato il contratto.
Il codice pdr del contatore gas si rivela poi utilissimo nel momento in cui si deve riattivare un’utenza gas che è stata precedentemente disattivata. In caso di riattivazione della fornitura, infatti, è possibile procedere anche senza il pdr, ma in questo caso sarà necessario svolgere alcune pratiche burocratiche che richiedono più passaggi e quindi più tempo.
Infine, nel caso in cui si entri in un appartamento dove è già presente un contatore del gas, ma non si sa se ci sia un contratto di fornitura attivo, è consigliabile rivolgersi direttamente al distributore locale.

Il pdr deve essere modificato in caso di cambio di fornitore?

A differenza del numero cliente o codice contratto, che è un numero specifico del fornitore, presente nel suo database interno, il codice pdr del gas rimane sempre lo stesso.

Differenza tra pdr e numero di matricola

Molto spesso capita di confondere il codice pdr del gas con il numero di matricola del contatore. La matricola è un dato di fabbrica del contatore, viene scritta su tutti i contatori del gas e mostrata anche sulla bolletta, precisamente nel riquadro dove sono specificati i dati e le caratteristiche della fornitura.

Differenza tra pdr e pdc

Un altro aspetto importante da evitare è confondere il pdr, punto di riconsegna, con il pdc, punto di consegna, entrambi indicati nella bolletta. Il secondo infatti indica il punto fisico di connessione tra la rete di trasporto del gas ad alta pressione e la rete di distribuzione a media pressione. Se il punto di consegna è in comune tra più utenti, il pdr invece corrisponde ad ogni singolo contatore e quindi per ciascuna utenza.

Contatore a gas elettrico

Ancora molti contatori a gas sono meccanici, ma l’Autorità ha emanato una delibera per il processo di sostituzione con apparecchi più moderni ed elettronici che verranno installati in modo graduale. Questa attività non comporta alcun tipo di costo per l’utente finale che poi potrà beneficiare di questi nuovi apparati i quali, oltre a consentire la lettura a distanza, avranno un display che permetterà ad ogni persona di visualizzare le informazioni sulla sua fornitura e il suo codice pdr gas.