Gas metano o gpl: quale conviene per il riscaldamento della propria casa

Il gas metano e il gpl sono due combustibili fossili utilizzati per riscaldare la casa, produrre acqua calda e alimentare i fornelli. Per quanto le similitudini tra i due prodotti siano moltissime, esistono delle differenze importanti che possono influire sulla decisione di preferire l'uno o l'altro per alimentare la propria abitazione.

Che differenza c'è tra il gas gpl e il gas metano?

Il gas gpl e il gas metano sono due fonti di energia pulita (cioè a bassissimo impatto ambientale) e sviluppano grossomodo lo stesso potere riscaldante.
Per la precisione il metano sviluppa 12.000 kcalorie per ogni Kg di gas bruciato, mentre la combustione di un Kg di gas gpl consente di sviluppare 11.500 calorie.
Il gas metano arriva nelle nostre case direttamente in forma gassosa attraverso una fittissima rete di distribuzione che copre praticamente tutto il nostro Paese. Il gas gpl viene invece stoccato, trasportato e commercializzato in forma liquida e cioè in serbatoi.
Vale anche la pena ricordare (per questioni di sicurezza) che il gas metano e il gas gpl hanno bisogno di appositi impianti per essere trasportati e utilizzati. Questo significa che in un impianto e in una caldaia ottimizzati per il gpl non può essere utilizzato il gas metano e viceversa.
La conseguenza è che, se a un certo punto un'abitazione dovesse essere raggiunta dalla rete di distribuzione del metano, dovrà essere dotata di un diverso impianto e di una diversa caldaia.

Quali sono i costi di gas metano e gpl?

A livello di costi il gas metano risulta leggermente meno costoso in virtù della sua grande facilità di trasporto grazie all'efficiente rete di distribuzione italiana.
Il gas gpl è invece più difficile e più costoso da trasportare, ma ha il grande vantaggio di poter essere utilizzato anche in case che, per vari motivi, non godono di un allaccio alla rete.
Sia il gas metano sia il gas gpl possono essere pagati a consumo: prima di essere erogato ai nostri fornelli o alla nostra caldaia, il gas metano passa attraverso un contatore che calcola l'effettivo volume di gas utilizzato; anche i serbatoi di gpl possono essere dotati di un contatore ma in genere si pagano a serbatoi

Si consuma di meno con il gas metano o con il gas gpl?

Secondo un mero calcolo matematico, il metano sviluppa più calore durante la combustione, quindi è più conveniente da utilizzare per i riscaldamenti.
Si può dire quindi che il gas metano conviene perché generare la stessa quantità di calore se ne usa meno rispetto al gpl.
Purtroppo, però in determinati casi la scelta non può essere fatta solo sulla base della convenienza energetica o economica. Alcune abitazioni molto isolate non sono raggiunte dalla rete del metano, quindi è necessario optare per il gas gpl.