Sostituzione contatore gas: come e quando richiederla

Scopri come e quando richiedere in maniera semplice il cambio del contatore del gas.

Come e perché richiedere il cambio del contatore del gas

 

Non tutti sanno come funziona il cambio del contatore del gas, per questo è importante informarsi e capire come procedere in modo semplice e rapido.

 

A volte capita che un utente debba procedere con il cambio del contatore del gas: i motivi di questa decisione non dipendono dal singolo ma dalla società energetica distributrice, pertanto è assolutamente vietato procedere in autonomia e il cambio del contatore gas è obbligatorio.

 

Cambio del contatore del gas: quando e come procedere

 

La decisione di cambiare il contatore del gas precedente non è affatto casuale, ma dipende dall’innovazione tecnologica: i contatori a funzionamento meccanico di vecchia generazione, infatti, sono stati sostituiti da quelli elettronici. Questa sostituzione non comporta costi per l’utente: è la società distributrice che provvede a questi interventi, inviando tecnici specializzati.

 

Per questo motivo l’utente non può rifiutare il cambio del contatore a gas con il nuovo modello elettronico perché non ha alcun potere decisionale su uno strumento non di sua proprietà: è stata l'autorità ARERA che ha predisposto la sostituzione, da completarsi entro fine 2018, come stabilito dalla delibera 631 dell'anno 2013, per consentire una lettura più precisa e un controllo più rapido ed efficace dei consumi.

 

Cosa deve fare il singolo utente?

 

Come detto, la sostituzione del contatore gas è gratuita, ma è richiesta la presenza del proprietario di casa o di un familiare al momento dell’intervento.

La società incaricata della distribuzione dei contatori ha l’obbligo di mandare con anticipo una comunicazione scritta in cui si propongono il giorno e l’ora in cui il tecnico si presenterà per svolgere il lavoro: il preavviso obbligatorio è di almeno 10 giorni e l’utente avrà a disposizione fino a 48 ore prima della data fissata per disdire.

Il tempo tecnico richiesto per questo intervento è di circa una o due ore e la presenza di una persona è necessaria, perché, prima dello smontaggio del vecchio contatore del gas, verrà effettuata la lettura dei numeri e in seguito sarà fatto firmare un verbale in cui si conferma la veridicità dei dati letti. Infine, un ulteriore verbale dovrà essere firmato dall’utente il quale dichiara l’avvenuta sostituzione con un contatore a gas di ultima generazione.

 

Come evitare una truffa

 

Per evitare spiacevoli inconvenienti e tentativi di truffe è importante, quindi, che l’utente tenga presente i due aspetti fondamentali già sopracitati:

 

la sostituzione del contatore del gas non comporta alcun tipo di spesa;
nessun tecnico specializzato si presenterà mai a casa senza la comunicazione ufficiale concordata attraverso la società incaricata di riferimento.