Bonus Luce e Gas

Requisiti, importi, come fare domanda

Il bonus è uno sconto sulla bolletta, introdotto a partire dal 2007 dal Governo e reso operativo dall'Autorità di Regolazione per Energia, Reti ed Ambiente (ARERA) con la collaborazione dei Comuni, per assicurare un risparmio sulla spesa per l'energia alle famiglie in condizione di disagio economico o fisico e alle famiglie numerose.

Il bonus elettrico è previsto per le famiglie in condizioni di disagio economico (individuato in funzione dell’indicatore ISEE) o di disagio fisico, derivante da gravi condizioni di salute per i casi in cui una grave malattia costringa all'utilizzo di apparecchiature mediche alimentate con l'energia elettrica (elettromedicali) indispensabili per il mantenimento in vita.

Il bonus gas è previsto per le famiglie in condizioni di disagio economico (individuato in funzione dell’indicatore ISEE) e vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL) per i consumi nell'abitazione di residenza.

Chi ne ha diritto ?

  • famiglie con indicatore ISEE inferiore a 8.107,5 euro per nuclei familiari comprendenti fino a 3 figli; se sono presenti 4 o più figli, la soglia ISEE limite per il bonus sale a 20.000 euro.
  • per il solo bonus elettrico, il diritto è riconosciuto anche ad alcune categorie di malati gravi, costretti all'uso di apparecchiature medicali elettriche salvavita ad alto consumo energetico; è il caso, ad esempio, di strumenti per la emodialisi o la ventilazione polmonare ma anche di carrozzine elettriche o sollevatori mobili.

 

Quanto valgono i bonus ?

  • per l'elettricità, il bonus per disagio economico varia da un minimo di 125 euro/anno ad un massimo di 184 euro/anno (valore 2018) a seconda del numero di componenti del nucleo familiare; il bonus per disagio fisico può variare tra 193 e 692 euro/anno (valore 2018) a seconda dei macchinari elettromedicali necessari;
  • per il gas, il valore del bonus è estremamente variabile, in relazione sia al numero dei componenti la famiglia, sia al tipo di utilizzo del gas (cucina, acqua calda, riscaldamento) e sia alla zona climatica cui appartiene il Comune in cui risiede la famiglia; il valore 2018 è compreso tra un minimo di 32 euro ed un massimo di 273 euro/anno.

 

Come richiederli ?

La domanda di bonus va presentata presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune stesso (CAF, Comunità montane) utilizzando gli appositi moduli.

Ricorda:

  • dal 2018 ARERA ha istituito anche un bonus idrico che può essere richiesto con le stesse modalità dalle stesse famiglie aventi diritto al bonus gas e/o elettrico per disagio economico (link al sito Iren Acqua).

 

Per saperne di più: 

  • visita sito web ARERA
  • chiama il numero verde 800.166.654 (Sportello per il consumatore Energia ed Ambiente)